ANPI: liste e candidati neofascisti alle elezioni amministrative

Riceviamo e condividiamo.

ANPI MONZA e BRIANZA SEGNALA LA PRESENZA DI LISTE E CANDIDATI
NEOFASCISTI ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Domenica 11 giugno i cittadini di otto comuni della Brianza, primo fra tutti Monza, capoluogo
di provincia, sceglieranno i Sindaci ed i consiglieri comunali che li guideranno per i prossimi
cinque anni.
Ribadiamo la nostra preoccupazione per la proliferazione di tanti movimenti della destra
estrema, che non perdono l’occasione di dimostrare la loro vera natura con aggressioni
personali, a sfondo razziale e politico, ed attacchi alle sedi della nostra Associazione.
Nonostante sia vietato dai regolamenti, dalle leggi vigenti, nonché dalla Costituzione
repubblicana, segnaliamo che alcune organizzazioni neofasciste si presenteranno alle
prossime elezioni amministrative direttamente con proprie liste, come a Cesano Maderno, o
con numerosi candidati inserite in altre liste, come nel caso di quelle di centro destra monzesi.
Il loro chiaro intento è quello di ottenere una qualche forma di legittimazione istituzionale.
La loro presenza nel dibattito elettorale rappresenta, a nostro giudizio, una grave
provocazione, perché esse esprimono l’autoritarismo, il diniego delle libertà e dei diritti dei
cittadini, il razzismo, e sono quindi l’esatto contrario del significato di democrazia che trova
nel voto libero e nelle Istituzioni repubblicane la sua più alta rappresentanza.
Ancora una volta, quindi, vogliamo richiamare con forza tutte le Istituzioni preposte alla
necessità di verificare che le liste elettorali siano conformi al complessivo disegno democratico
ed antifascista che si ricava dalla Costituzione. È quest’ultima che impone di fare tutto il
possibile per mantenere libero il dibattito politico e per arginare i tentativi di riproporre
ideologie e sistemi di potere dittatoriali e criminali del passato di cui il fascismo è un classico
esempio.

ANPI
Comitato Provinciale di Monza e Brianza

2017-06-06T17:45:13+00:00